Rovigo, l’Avis comunale al fianco della Comunità di Sant’Egidio per il pranzo di Natale

Un pranzo di Natale per coinvolgere anche quelle persone che, sfortunatamente, vivono in condizioni disagiate. La solidarietà non va mai in vacanza e ancora una volta AVIS ha dimostrato la sua partecipazione per aiutare coloro che sono più in difficoltà.

Nei giorni scorsi, a Rovigo, la sede comunale ha collaborato con la Comunità di Sant’Egidio nell’organizzazione e nella gestione del pranzo che ha permesso di sostenere oltre 70 persone. Un’occasione che, nonostante le difficoltà, ha dato modo ai volontari delle due associazioni di lavorare in serenità per garantire un pasto caldo e buoni sentimenti alle persone meno fortunate.

Sia il giorno di Natale che i precedenti, molti sono stati i volontari che hanno dato il proprio contributo nell’organizzazione all’interno della parrocchia di San Bartolomeo: circa 30 le persone che sono state impegnate nel servizio ai tavoli e in cucina, molte arrivate per dare aiuto solo attraverso il passaparola.

«È stato molto importante per noi aver preso parte a un’iniziativa di questo tipo – ha spiegato la presidente di Avis Rovigo, Barbara Cavallaro – grazie alla quale siamo riusciti a creare una vera e propria comunione tra associazioni e aiutare persone in difficoltà». Un evento che ha visto AVIS uscire dal suo ruolo storico di promotore della donazione di sangue: «Credo sia utile fare qualcosa per gli altri, a prescindere che si tratti di donatori. Vogliamo diventare sempre più un punto di riferimento per le comunità con le quali siamo a contatto. Ecco perché speriamo di ripetere questa iniziativa anche nel 2020 e dare un contributo attivo ancora maggiore».

Un ulteriore esempio di come da sempre AVIS sia impegnata e continui a essere impegnata trasversalmente in iniziative solidali anche non strettamente legate al mondo del sangue e del plasma. Un gesto che ribadisce ancora una volta la volontà di “fare rete” con tutte le altre realtà del Terzo Settore.

Fonte: AVIS Nazionale