Grazie ad Avis, a Casalpusterlengo una webradio scolastica per contrastare il cyberbullismo

La radio può essere un mezzo di comunicazione di grandissima forza educativa, soprattutto per gli studenti dalle scuole elementari a quelle superiori. Favorisce, infatti, la loro partecipazione attiva, il dialogo e la collaborazione con i docenti, li aiuta a sentirsi protagonisti del loro percorso e allo stesso tempo parte di una comunità. Ne sono convinti i docenti dell’Istituto Comprensivo Statale di Casalpusterlengo (LO) che, quattro anni fa, si sono riuniti in una commissione che ha dato vita a una rete che coinvolge il Comune e diverse associazioni del territorio, compresa la sede locale di Avis. Assieme, hanno ideato e realizzato un progetto ampio e articolato che ha l’obiettivo di prevenire e contrastare il cyberbullismo, fenomeno emergenziale in Italia e nel mondo legato ad azioni intimidatorie perpetrate su internet.

Nell’ambito di tale progetto, la sede Avis di Casalpusterlengo ha recentemente donato all’Istituto gli strumenti per implementare una web radio tematica chiamata “Onda Media Radio”, che sarà gestita da una redazione di alunni e docenti. «Da molti anni la nostra Associazione è attenta a fenomeni come il bullismo e la violenza tra i più giovani – sottolinea Casimiro Carniti, referente scuola dell’Avis di Casalpusterlengo. Ne è un esempio la campagna “+ Volontari – Bulli” del 2013, che sfruttava le potenzialità della comunicazione teatrale per far comprendere ai più piccoli le dinamiche che si scatenano in questi episodi di prevaricazione. Abbiamo, quindi, voluto regalare agli studenti della nostra città un mezzo che, in modo analogo, gli permettesse di riflettere e veicolare messaggi positivi».

Uno strumento che gli esperti chiamano di media education: per gli alunni, infatti, significa saper leggere e scrivere in modo efficace e sviluppare il senso critico necessario per interpretare i messaggi che arrivano dal contesto sociale, dai media e dal mondo che li circonda.

Nella prima fase del progetto alunni, docenti e referenti delle associazioni partner saranno formati da esperti in giornalismo radiofonico, tra cui i redattori e gli speaker di Radio Sivà, la webradio ufficiale di AVIS. Gli studenti saranno così guidati a pianificare e costruire contenuti multimediali che verranno trasmessi in streaming.
Sono già moltissime le idee che gli insegnanti hanno in mente per rendere il palinsesto ricco e interessante: organizzare campagne di sensibilizzazione, invitare i propri coetanei a raccontare in onda le proprie storie con il supporto di un esperto e molto altro ancora. A tutti i ragazzi, quindi, non possiamo che augurare buon lavoro!

Fonte: AVIS Nazionale