Emergenza Coronavirus, rinviato il 5° PerCorso Pietro Varasi in programma il 7 marzo

Considerate le precauzioni poste in essere per l’emergenza coronavirus e in seguito all’ordinanza del ministero della Salute di concerto con la Regione Lombardia, la V edizione del Percorso Varasi, in programma per il 7 marzo, è rinviata a data da destinarsi.

«È una decisione che prendiamo con serenità – afferma Carlo Assi, consigliere nazionale Avis e coordinatore del PerCorso Formativo Varasi – in ottemperanza alle disposizioni delle autorità e in spirito civico. Molti, sia tra i relatori sia tra i partecipanti, sono impegnati in questi giorni e saranno impegnati anche nel prossimo mese per svolgere al meglio i propri compiti professionali o associativi proprio in relazione a questa situazione di emergenza».

Come sottolinea Assi, «la giornata di formazione è solo rimandata e anzi coglieremo l’occasione di questo temporaneo rinvio per prepararci ancora meglio, con domande e approfondimenti, alla giornata, che recupereremo nell’ambito di una ancora più forte rete associativa e di una Civil week che ha dimostrato ancora una volta quali ricchezze di pensiero e azione sono racchiuse, e a volte non pienamente espresse, nel terzo settore dei nostri territori.

Nelle prossime settimane lavoreremo per mantenere vivo e produttivo il network tra i partecipanti e i relatori, in modo da realizzare, nella data che definiremo, un’edizione ancora migliore del percorso Varasi.

Voglio in questa circostanza ringraziare Fabrizio Pregliasco, Luca Santoleri, Mirko Montuori, Paola Fiore, Gianni Bottalico, Giorgio Fiorentini, Marianna Cavazza, Marco Bianchi, Georg Castlunger e Milena Prada, e il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola, per la loro entusiasta e generosa adesione, come relatori, ad una giornata che mantiene intatta la sua validità e la sua attrattiva.

Un ringraziamento ai volontari avisini e di altre associazioni che si sono impegnati per mesi in previsione di questo evento formativo. Un grazie alle associazioni e agli enti che hanno dato adesione e supporto al nostro progetto.
Un ringraziamento particolare alle istituzioni: il Comune di Cernusco, la Città metropolitana di Milano, la Regione Lombardia, che hanno concesso il patrocinio al nostro evento.

L’appuntamento è solo rinviato. Adesso abbiamo tutti altro lavoro da fare con lo stesso spirito di coesione e collaborazione con il quale abbiamo agito fino ad oggi e che non mancheremo di manifestare con responsabilità, professionalità e tenacia».

Fonte: AVIS Nazionale